Aurastop in uso pediatrico

In eta’ pediatrica e’ piu’ difficile far diagnosi di emicrania sia perchè la raccolta anamnestica ( cioe’ dei sintomi ) è più difficile e sia perchè le caratteristiche della cefalea sono ancora confuse e spesso sovrapponibili a quelle delle forme tensive .

In questa fascia di età non ci sono molti farmaci sia per la prevenzione che per bloccare la crisi cefalalgica in atto.

Spesso si ricorre però a sottovalutare lo stato di disagio di un bambino che causa la cefalea non puo’ partecipare a giochi , attività sportive con i suoi amici e spesso la preoccupazione di poter avere la cefalea porta a vivere con ansia qualunque evento anche piacevole della sua infanzia.

Aurastop, che è un integratore alimentare e in quanto tale non può procurare alcun effetto collaterale, si propone come una nuova arma a disponibilità del pediatra ma anche dello specialista neuropsichiatra infantile per combattere la cefalea tensiva e l'emicrania che diventi una forma cronica e  per facilitare la disassuefazione dagli analgesici.

 


Quando può essere utilizzato

AURASTOP può essereutilizzato sia come preventivo e quindi curativo al dosaggio di 1 bustina 2 volte al giorno per 2-3 mesi ottenendo una notevole riduzione della frequenza della cefalea ( il trattamento puo’ essere ripetuto dopo qualche mese in casi di necessita’ ) sia al momento dell’attacco  nei bambini sopra i 4 anni d’eta’ al dosaggio di 1 bustina.

AURASTOP nel caso di un aura emicranica : per quanto sia più rara nell’età pediatrica che nell’adulto , l’aura emicranica si può presentare anche in età pediatrica e Aurastop è in grado di bloccare il fenomeno visivo o somatosensoriale se assunto all’inizio dell’aura stessa.