Azione sull'aura emicranica

MECCANISMO D’AZIONE DEL 5-HTP

Viene estratto dai semi della Griffonia simpliciofila sottoforma di L-Triptofano è metabolizzato da specifici enzimi in acido Kinurenico il composto attivo nel pathway kinurenico in grado di antagonizzare l’azione eccitatoria dell’acido glutamminergico anche a livello centrale, essendo in grado di passare la barriera ematoencefalica, attraverso il blocco dell’attività del recettore NMDA che risulta infatti iperattivato durante la crisi emicranica.

MECCANISMO D’AZIONE DEL MAGNESIO

La carenza di magnesio può provocare la cortical spreading depression e quindi provocare il fenomeno dell’aura. Il Mg+ è in grado di inibire l’attività del recettore NMDA principalmente coinvolto nell’attività glutamminergica eccitatoria che porta all’infiammazione neurogenica e a livello centrale al fenomeno dell’aura.

MECCANISMO D’AZIONE DEL TANACETUM PARTHENIUM

E' una pianta erbacea perenne, membro della famiglia delle compositeae che grazie al suo principalecomponente attivo, il partenolide, interagisce con i processi coinvolti nello sviluppo dell’aura. Gli agenti in grado di provocare l’emicrania sono attivatori dei recettori TRP che attraverso il rilascio di CGRP dai terminali perivascolari dei neuroni sensitivi producono l’infiammazione neurogenica che conduce alla crisi dolorosa, cascata di eventi che puo’ quindi essere bloccata dal Partenolide uno degli  antagonisti dei recettori TRP.